Il VAR è una barzelletta.

I

Roma Inter. Rigore netto su Zaniolo, non fischiato, contropiede dell’Inter e goal di Keita. 0-1.
Mi ricorda molto il rigore non fischiato a Ronaldo su fallo di Iuliano e poi goal della Juventus nella ripartenza.
Come mai Rocchi non ha controllato il replay dell’azione? Semplice, il VAR è concepito male. Dopo il primo anno sì è ben capito che rallentava il gioco e trasformava il calcio in basket perdendo la continuità di corsa che è uno dei principi cardine dello sport più popolare del mondo. Con il VAR troppe volte si interrompe il gioco per minuti e minuti falsando il ritmo partita e allora da quest’anno si è deciso di usarlo di meno. Il problema è che funziona male, non risolve il problema e modifica il calcio.
Già l’ho detto in passato, con il VAR bisogna cambiare il nome di questo sport, non chiamiamolo più calcio, diventa qualcosa di diverso, un nuovo sport.
La decisione di usarlo di meno l’ho apprezzata, ma non risolve il problema. Penso che le soluzioni migliori siano altre.
Sono anni che dico che si può migliorare il calcio con la tecnologia, ma solo per gli episodi oggettivi. Sono anni che parlo di fuorigioco elettronico che, in maniera simile alla goal line technology, è in grado di dire se c’è una posizione irregolare in pochi istanti.
Quella sì che è tecnologia, quello sì che è progresso.
Sugli episodi soggettivi invece non si può fare nulla, ci sarà sempre polemica.
Ieri in Fiorentina – Juventus non è stato dato un rigore nel primo tempo ai bianconeri e poi gli è stato regalato uno nel secondo tempo. Ognuno ha il suo pensiero su quegli episodi. Questa sera in Roma Inter il rigore su Zaniolo mi sembrava evidente, ma evidentemente se dalla sala VAR non hanno detto a Rocchi di controllare hanno ritenuto non sufficiente evidente il fallo.
La polemica rimane ed è normale.
Sì dice: mettiamo la VAR solo per gli episodi evidenti. Ma quali sono gli episodi evidenti? Quale è il grado su cui intervenire? Mai sarà possibile intervenire tecnologicamente su una decisione soggettiva.
Quindi ribadisco le mie due soluzioni storiche che propongo da anni:
1) Fuorigioco elettronico, in tempo reale, sulla stessa logica della goal line technology
2) Inserimento di due arbitri da rigore (una nuova figura professionale) da inserire ai lati della porta capaci, insieme al direttore di gara, di triangolare la visione e avere sempre 6 occhi che si concentrano esclusivamente sulle situazioni da rigore.
Anche in questo caso avremmo una decisione in tempo reale, senza VAR, senza moviola degli anni ’70.
Le polemiche ci sarebbero ancora ok, ma almeno la fluidità del gioco non ne risentirebbe e le decisioni sarebbero più realistiche in quanto concentrate sull’azione reale e non su una ripresa che potrebbe falsare la decisione.
Per me la VAR è una barzelletta, una moviola da restituire all’epoca del buon Paolo Valenti.

9 commenti

  • Concordo pienamente, continuare ad utilizzarlo così equivale a non averlo.. E lo dico da tifoso interista che ne ha appena tratto vantaggio dal suo inutilizzo… Negli altri sport in cui viene utilizzato si è rivelato quel plus che la reattività umana non avrà mai…

  • Ciao Giulio. Sono un tifoso dell’Inter e devo dire che ero convinto che dopo essersi consultato l’arbitro avrebbe indicato il dischetto. E non perché fosse un rigore solare, ma perché con questa VAR ne ho visti concedere di meno plateati.
    Mi sono stupito nel vedere che è successo il contrario.
    C’e poco da fare, non si può darti torto.
    Buon secondo tempo.

  • Da sempre a favore del Var, rimango sempre più convinto del fatto che se non viene utilizzato in situazioni come il rigore su Zaniolo, allora è meglio tornare al vecchio metodo. Saluti.

  • Ciao Giulio, io sono pro VAR ma questo funzionerebbe bene solo nel caso in cui ad appellarsi al VAR fossero gli allenatori delle due squadre! 2 sole richieste a testa per ogni tempo di gioco. Se la decisione di appellarsi al VAR è a discrezione degli arbitri (come avviene ora) non cambia nulla, anzi si legalizzano certi crimini che in Italia esistono da sempre. Tifo ROMA!

    • Credo che questo peggiorerebbe le cose ed è il motivo per cui questa ipotesi, che sembra semplice, in realtà è una complicazione che è stata bocciata.
      Così facendo hai sicuramente 4 blocchi di partita garantiti perché gli allenatori lo userebbero sempre al 100%, questo significa che avresti almeno 4 minuti, se non 12 minuti in più garantiti a partita visto che a volte le decisioni arrivano anche dopo 3-4 minuti.
      Non solo, questo discorso potrebbe essere manipolato facilmente dalle squadre, fai conto che Di Francesco chiama già nei primi 45 minuti due volte il VAR, poi dopo la squadra avversaria ne può approfittare sapendo che non verranno più chiamati altri VAR.
      Mi sembra veramente un gran casino.
      Ieri addirittura Spalletti ha ipotizzato il tempo effettivo, fino a che lo diceva qualche comico del calcio potevo chiudere un occhio, ma se anche un allenatore che stimo dice una cosa del genere è preoccupante: introdurre il tempo effettivo ammazza ancora di più la continuità del calcio.
      Con la VAR il calcio sta diventando qualcosa che è molto differente dal passato. Cambiare va bene, ma se si migliora. Se invece si peggiora non ha senso.
      Io continuo a ritenere valida la mia ipotesi: una volta eliminato al 100% il problema del fuorigioco, 6 occhi, 3 teste, per ogni area di rigore con 4 occhi che devono occuparsi solo ed esclusivamente dei contatti sono sufficienti. Si avrebbe un calcio tradizionale, ma ottimizzato. Senza perdite di tempo.
      La perdita di tempo oltre a innervosire spettatori e giocatori, falsa l’andamento della partita. A me già non piacciono le perdite di tempo dei giocatori che fingono infortuni o i portieri che ci mettono un minuto a battere le rimesse dal fondo, come posso immaginare altre pause comandate della VAR che comunque manterrebbero la polemica?
      Abbiamo già visto che sui rigori ognuno pensa ciò che vuole in base alla sua interpretazione, se Di Francesco chiama i due rigori tu dirai sempre che c’erano perché sei tifoso romanista, anche se poi non c’erano e la polemica non finirà mai.
      Unico risultato è aver trasformato il calcio in una pagliacciata se ci sarà ancora la VAR nel futuro. Io sono contro la VAR e pro-arbitri.

  • Sarebbe il caso di inserire il doppio arbitro. Anni fa ricordo l’esperimento in coppa. non è verto che si falsano le gare per es. nel calcio a 5 gli arbitri sono due. Rammentiamoci che dovrebbe esserci l’uniformità di giudizio e quindi pertanto gli arbitri che arrivano in serie A (che dovrebbero fare una dura selezione) dovrebbero garantire un certo standard di rendimento. Con il fuorigio elettronico eliminando la figura dell’assistente si ridurrebbero anche le spese

  • Buongiorno, dopo ieri sera mi sembra evidente basta VAR, non serve a nulla, non si può rendere oggettiva una situazione soggettiva.

  • Buongiorno a tutti!!
    Complimenti Giulio, articolo impeccabile!!!
    Come più volte espresso,ti do pienamente ragione sull’inutilità della Var per situazioni soggettive e concordo anche sulle soluzioni proposte!!
    Buona Giornata

Commenti recenti

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Altri siti