Italia con un solo punto: Mancini poteva fare di più?

I

La nuova Italia targata Mancini inizia male: un solo punto dopo due partite ufficiali di Nations League. Nel primo match contro la Polonia la squadra aveva dei giocatori sottotono come Insigne e Balotelli, giocatori su cui probabilmente l’ex doriano pensava di poter contare. Con il Portogallo, forse per rispondere all’assenza di Cristiano Ronaldo, il CT della Nazionale ha schierato una formazione da partita amichevole con molti cambi e un attacco completamente nuovo.
La domanda è: Roberto Mancini poteva fare di più o con questi giocatori al massimo si poteva fare un punto contro Polonia e Portogallo? Nel frattempo l’Italia è l’ultima del girone.

Vedi il calcio

Clicca qui per vedere il calcio in streaming con DAZN (1 mese gratis)

               

8 commenti

  • Credo che Mancini abbia sbagliato di grosso le formazioni in entrambe le occasioni. Se contro lo Polonia potevo capire che aveva scelto di puntare in attacco su Insigne, giocatore forte e con diverse partite in Nazionale, e Balotelli, di fatto l’unico ad avere qualche goal con la maglia azzurra in questa rosa, sapevo che era sbagliato schierarli. Insigne è fuori forma, Balotelli gioca in Francia, in un campionato da Serie B, e non ha né le gambe, né l’abitudine, né la forma per giocare ad alti livelli. A Balotelli consiglio di tornare a giocare presto in un campionato vero se vuole tornare ad alti livelli, la Ligue 1 attualmente non è molto differente da un campionato di Serie B o Serie C italiano.
    La cosa che però non posso perdonare a Mancini è la scelta di cambiare totalmente l’attacco, togliendo addirittura Bernardeschi che sta facendo benissimo con la Juventus e che nel match contro la Polonia da solo si era sobbarcato il peso dell’attacco: quando hai tre giocatori e poi solo uno corre è difficile segnare, eppure l’ex viola aveva sfiorato il goal in due occasioni.
    Ieri Mancini ha schierato Immobile, anche lui non è in forma, ma su tre giocatori ci poteva stare uno sottotono, Zaza, non ne capisco il motivo, e Chiesa, a furor di popolo.
    Non capisco perché non ha messo Berardi dall’inizio, appena è entrato ha dato vivacità all’attacco, ma soprattutto è uno dei giocatori più in forma della Serie A in questo momento. A che servono gli osservatori ? Possibile che nessun collaboratore di Mancini avesse visto Berardi giocare nel Sassuolo nelle prime partite? Quando l’ho visto sembrava Cristiano Ronaldo, quello del Real Madrid, eppure non ha giocato da titolare nelle due partite.
    Bernardeschi fuori con il Portogallo significa voler rispondere all’assenza di Cristiano Ronaldo non inserendo i giocatori migliori, ma che senso ha? Le partite vanno vinte, la Nations League non è un torneo amichevole, è una competizione vera e l’Italia si deve abituare a vincere. Si dice che vincere aiuta a vincere, e allora perché non schierare chi è più in forma?
    A proposito di forma è stato inserito Chiesa che avrete visto calare nel secondo tempo, il giovane viola è sicuramente forte, ma l’ho visto giocare a Firenze nelle prime due partite di campionato e non è ancora al 100%, sarebbe stato più saggio tenerlo in panchina e farlo entrare in corso per spezzare il ritmo.
    Ricordate Massaro con Sacchi? Oppure più recentemente Mertens con il primo Sarri e ora con Ancelotti? Giocatori forti che sanno spezzare il ritmo che entrano a partita in corso.
    Ci sarà tempo per un Chiesa titolare, ma non ora. Bruciarsi la carta della sorpresa significa poi non avere modo di cambiare il match.
    Avrei visto molto volentieri il tridente Immobile (Belotti), Bernardeschi e Berardi, giocatori veloci, con fantasia e che sanno segnare. Contate i numeri che hanno fatto insieme questi tre giocatori e confrontateli con il tridente di ieri: c’è un abisso. Berardi supera Zaza, Bernardeschi supera Chiesa. Quello che serve è gente che sa fare la differenza, non giocatori belli da vedere, ma che poi non segnano.
    Quindi spero che già dalla prossima partita Mancini capisca che deve schierare i giocatori più in forma, non è tempo di amichevoli e non è tempo di ascoltare il pubblico, deve fare quello che ci si aspetta da un CT della Nazionale: vincere.

    • Buongiorno, brutta partita, mi trovo abbastanza d’accordo Giulio, vorrei aggiungere che la nostra mentalità di snobbare i gironi di qualificazione deve cambiare in fretta, poi aggiungo che Mancini, grande giocatore, non ha mai trovato il suo equilibrio in Nazionale vuoi che continui sulla falsa riga? Poi di Mancini mi ricordo il centrocampo dell’ Inter Melo voluto da lui e Medel e il gioco chi lo fa?

  • Buongiorno a tutta la community. Che dire, non ho visto la partita contro la Polonia, ma ho visto quella di ieri contro il Portogallo e devo ammettere che è andata bene perché il Portogallo ne poteva fare di più. Concordo con la tua analisi, la nazionale ha bisogno di scelte tattiche vincenti e di attaccanti che devono essere in grado di concretizzare le occasioni da rete che vengono create. Rispondendo alla tua domanda credo che Mancini qualche scelta più saggia poteva farla, e mi auguro che impari dagli errori per portare l’Italia ad essere vincente e tornare grande nel panorama mondiale. Ciaoo

  • Spiace sinceramente vedere questa Italia. Mancini non mi pare stia facendo meglio di Ventura in quanto a risultati. Abbiamo giocato con Polonia e Portogallo che dovrebbero essere formazioni assolutamente alla nostra portata ma che hanno giocato decisamente meglio di noi. Abbiamo un punto perché con la Polonia sono entrati Chiesa e Belotti che con tanto agonismo contro una difesa stanca sono riusciti a conquistare un rigore, ma finisce lì. Formazioni a mio avviso totalmente sbagliate. Mazzarri tiene fuori Zaza e lo usa da subentrante perché secondo lui (che lo vede tutti i giorni) non ha i 90miniti nelle gambe mentre mancini lo fa giocare tutta la partita,immobile statico, chiesa poco o nulla, come dice Giulio meglio da subentrante a portare un po’ di vivacità.. Troppi esperimenti in una competizione che di amichevole ha proprio poco, spero vivamente di non uscirne con un’altra figuraccia.

  • Giorno!
    Assolutamente d’accordo sulle scelte scellerate di Mancini, in partite “che contano” cambiare 9/11 una follia. Però fosse solo questo il problema sarei parzialmente tranquillo in quanto basterebbe cambiare (nuovamente) allenatore…invece il problema è molto più serio: non ci sono campioni. A parte Donnarumma che ho visto bene, e gli svarioni dei mesi passati sono dovuti solo alle pressioni di quel – meglio non mettere aggettivi- del suo procuratore, per il resto si salvano davvero in pochi. Attacco Zaza che fa riserva nel Torino? Chiesa gran potenziale ma gioca nella Fiorentina che galleggia negli ultimi anni in classifica medio-alta. Difesa? Caldara che viene da una realtà come l’Atalanta, Romagnoli da un Milan disastroso nelle ultime annate, con anche Bonaventura… Centrocampo incommentabile. Non so io ho un nodo alla gola pensando al futuro; ricordatevi di quanto sto per dire: rischiamo davvero di non qualificarci agli europei e ai mondiali!

  • Non so se Mancini ha snobbato la competizione oppure ha voluto punire la brutta prova offerta dai suoi contro la Polonia fatto sta che il nostro commissario tecnico non ha avuto il tempo e le partite necessarie per dare la sua impronta alla squadra. Ma come si dice:” in campo ci vanno i giocatori, e se loro corrono più di noi e noi non tiriamo contro la loro porta, se ci va bene facciamo zero a zero.” Una domanda la farei a chi ha amministrato la nostra federcalcio: possibile che non si poteva blindare Conte prima che andasse al Chelsea? Con il tecnico pugliese avevamo una nazionale nettamente inferiore (in attacco) e si arrivò in semifinale degli ultimi Europei. Un saluto e sempre forza azzurri…. Quando si perde ancora di più.

  • Buonasera a tutti!!
    Concordo con la tua analisi Giulio,e anche con le altre,visto che sono quasi tutte sulla stessa linea,in merito alla tua domanda,si secondo me Mancini poteva fare di più, anche secondo me sta sottovalutando la competizione ed in entrambi i casi ha sbagliato la formazione,passi la prima partita contro la Polonia,ma non ho proprio capito la scelta di cambiare 9/11 e ancor di più l’esclusione di Bernardeschi. Spero che dagli errori si riesca a migliorare e tornare ai livelli che ci competono. Forza Azzurri!!!

  • Ciao a tutti.
    Non ho visto la partita con la Polonia né quella di ieri col Portogallo, purtroppo dopo la mancata qualificazione ai mondiali mi sono un po’ disamorato.
    Vedendo gli highlights però non credo che la colpa delle cattive prestazioni della nazionale sia dovuta solo all’incapacità di fare goal; ieri le uniche occasioni sono venute dal Portogallo, pali, traverse, paratona di Donnarumma, ecc.
    Mi pare proprio una nazionale disunita, i giocatori offensivi che se ne stanno su senza pensare minimamente di dare una mano dietro, centrocampisti messi casualmente, un play ed un incursore; così facendo dietro venivano attaccati come dagli indiani. Al di là del capitale umano, voglio dare come alibi il poco tempo che hanno avuto per conoscersi rosa e ct. In ogni caso sono veramente poco fiducioso 🙁

Di Giulio Giorgetti

Commenti recenti

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Altri siti