Napoli in difficoltà: qual è la causa?

N

Nello scontro diretto la Juventus ha dominato il Napoli che è riuscito in un tentativo di rimonta solo quando ormai i bianconeri avevano già la testa sotto la doccia.

Il Napoli nelle prime due giornata ha subito ben 7 reti che avrebbero potuto anche essere di più se non ci fosse stato un arbitraggio a lei favorevole a Firenze.

Le grandi squadre in genere vincono il campionato subendo pochissime reti mentre il Napoli in questo momento sembra aver difficoltà importanti e se lo scorso anno c’era stato un forte buonismo a favore di Ancelotti, quest’anno si dovrà iniziare a metterlo in discussione.

Siamo solo alla seconda giornata, ma il sondaggio di oggi cerca di capire quali sono le cause della grave difficoltà che sta avendo il Napoli di quest’anno.

Rispondete al sondaggio a magari motivate la risposta qui con un commento.

3 commenti

  • Per vincere secondo me bisogna spendere soldi e soprattutto spenderli bene. De Laurentiis ha la sua politica e se la tiene insieme ai secondi posti. Rosa corta e Juve troppo forte e piena di campioni. Questo Napoli può vincere una partita importante ma non un campionato.

  • Ciao, secondo me il Napoli ha una rosa all’altezza per competere nella corsa allo scudetto.
    La squadra subisce perchè ha il baricentro spostato in avanti, con 3 attaccanti , un trequartista, due centrali di centrocampo di cui uno è un altro trequartista, due terzini che spingono e che sarebbero forse più adatti ad una difesa a 3 che a una difesa a 2. Tutto questo comporta che la fase difensiva si basi sul sacrificio di tutti, e sulla forma e la qualità dei due centrali difensivi, che sono sicuramente tra i più forti in campionato, ma che ieri hanno condannato la squadra alla resa.
    Mi aspetto che la crescita di forma e di intesa tra i due, insieme ad uno spirito di sacrificio maggiore di tutta la squadra, aumenti la solidità difensiva, mantenendo intatta la pericolosità offensiva, perchè è vero che il Napoli ha subito 7 gol, ma ne ha anche fatti 7, fuoricasa, a Fiorentina e Juventus.
    Ancelotti dovrà fare il suo, cercando di dare velocemente a questo Napoli l’assetto equilibrato che aveva il suo Milan fatto da Pirlo, Seedorf, Kakà, Sheva e Inzaghi, e che dietro poggiava su Nesta e Maldini.
    Aggiungo che ieri, guardando la partita, pur riconoscendo la superiorità juventina, ho sempre avuto la sensazione che il Napoli potesse recuperare il risultato, e non soltanto per la forza in avanti del Napoli, ma anche perchè una retroguardia formata da Danilo, Bonucci, De Ligt (almeno questo De Ligt) e Alex Sandro, dal punto di vista difensivo balla, eccome se balla. Quindi ampi margini di recupero per il Napoli, e buone chance per l’Inter, se saprà trovare rapidamente equilibrio e convinzione.

Di Giulio Giorgetti

Commenti recenti

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Altri siti