Nations League: finisce l’era delle amichevoli

N

L’epoca delle amichevoli è finita e questa da italiani dovremmo prenderla come una buona notizia. Diciamocelo è un difetto storico quello di sottovalutare le amichevoli così come quello di avere timore reverenziale per squadre forti, ma battibili. Non solo abbiamo anche il vizio di sottovalutare le qualificazioni ai campionati europei e del mondo e questo si è tradotto nell’eliminazione storica dell’Italia e alla sua assenza in Russia 2018.
Adesso arriva la Nations League e finisce l’era delle amichevoli e ora ogni partita conta: molto bene.
Vedremo ora giocatori correre e selezionatori che vorranno schierare la migliore formazione in campo, basta con sperimentazioni che poi non portano a nulla. Sapete che amo le sperimentazioni, ma essi devono essere finalizzate alla costruzione di un modello, negli ultimi anni invece siamo stati in una continua fase sperimentale che ha prodotto solo l’eliminazione dal mondiale.
Le colpe sappiamo partono anche da più lontano, da quel Tavecchio che avrebbe dovuto lavorare di più a livello internazionale per evitare che in un girone di qualificazione passassero solo una tra Spagna e Italia, da Ventura che si è ritrovato a giocare a livelli che non gli competevano senza avere una storia di successi, ma ora è inutile piangere sul latte versato e bisogna alzare la testa.
Abbiamo Mancini sulla panchina, abbiamo tanti giovani di talento a partire da Bernardeschi che sono nell’anno della loro esplosione. Abbiamo dei giovani in cerca di riscatto come Berardi. Abbiamo voglia di vincere e dobbiamo iniziare a farlo subito a partire dalla sfida contro il Portogallo di di venerdì 7 settembre, ma non solo. Dobbiamo vincere anche la partita che giocheremo contro la Polonia lunedì 10 settembre, e non solo. Dobbiamo vincere le due partite di ritorno del 14 ottobre e 17 novembre. Insomma: le amichevoli sono finite, iniziamo a vincere. Siamo l’Italia.

Programma dell’Italia in Nations League

Venerdì 7 settembre 2018, ore 20:45 – Italia v Polonia (diretta su RAI 1)
Lunedì 10 settembre 2018, ore 20:45 – Portogallo v Italia (diretta su RAI 1)
Domenica 14 ottobre 2018, ore 20:45 – Polonia v Italia (diretta su RAI 1)
Sabato 17 novembre 2018, ore 20:45 – Italia v Portogallo (diretta su RAI 1)

Vedi il calcio

Clicca qui per vedere il calcio in streaming con DAZN (1 mese gratis)

               

7 commenti

  • Speriamo che Mancini sia capace di dare gli stimoli necessari a giocatori e a tutto l’ambiente per riportare l’Italia dove merita di essere. Può essere la persona giusta. Speriamo bene. Iniziamo, intanto, a vincere queste prime partite!

  • A livello teorico sono finite, bisogna vedere come recepiscono questa novità i calciatori che nel bel mezzo della stagione tenderanno a dare il massimo o si risparmieranno per i loro club? Intanto forza Italia, guardando i convocati sono perplesso solo sul centrocampo.

  • Grazie Giulio per il programma dettagliato delle partite con orario e canale!!
    Per il resto,anche se la vedo dura, ci spero anch’io nelle 4 vittorie … Ci dobbiamo credere….siamo l’Italia!!!!

  • Visto che non qualificandoci al mondiale abbiamo toccato il fondo penso che si possa solamente cominciare a risalire sperando che sia la volta buona per cambiare e tornare a essere una squadra forte che tutti hanno il timore di affrontare. Forza azzurri!!!

  • la vedo dura ma non è impossibile. più che il risultato sarebbe buono vedere una squadra propositiva, in attacco e forse mancini dovrebbe dare garanzie in questo senso. certamente non potrà fare peggio del suo predecessore che non merita in questa sede neppure di essere menzionato. A livello federale siamo messi malissimo ed imminente sembra la rielezione di Abete per il post Tavecchio. Un ritorno al passato, il vero cambiamento passerebbe per nomine di uomini di sport e invece ci sono i soliti magna magna

Di Giulio Giorgetti

Commenti recenti

Articoli recenti

Archivi

Categorie

Altri siti